3 MACRO CATALIZZATORI CHE POTREBBERO INVIARE BITCOIN PIÙ BASSI QUESTA SETTIMANA

  • La Bitcoin prevede di affrontare tempi turbolenti questa settimana con l’aumentare della sua dipendenza dai macro fondamentali.
  • Gli utili dell’S&P 500 e il prossimo disegno di legge di stimolo fiscale sono tra i catalizzatori più influenti che potrebbero far abbassare la crittovaluta.
  • Tuttavia, potrebbe mantenere la sua tendenza rialzista annuale basata su fattori tecnici.

La nuova settimana pone un grande test per gli investitori Bitcoin che stanno volando alla cieca dal suo „dimezzamento“.

La criptocurrency sta camminando in piano all’interno di un range di trading di 300 dollari per le ultime tre settimane. Non è riuscita a superare i 9.500 dollari, un livello di resistenza tecnica, per stabilire una prospettiva rialzista a breve termine. Nel frattempo, ha anche mantenuto un livello di prezzo al di sopra dei 9.000 dollari.

Le mosse dell’altalena riflettono la volatilità realizzata da Bitcoin. Secondo i dati raccolti da Skew, è scesa al 37,2%, il più basso degli ultimi due anni. Le letture riflettono semplicemente l’approccio prudente dei trader al commercio di Bitcoin Evolution, soprattutto perché la sua correlazione con l’S&P 500 cresce fino a raggiungere un livello record, come ha notato anche Skew.

La crescente dipendenza della criptovaluta dall’indice di riferimento statunitense l’ha lasciata esposta ai macro fondamentali. Sono gli stessi catalizzatori che spingono le azioni USA verso l’alto o verso il basso. Questa settimana, i trader Bitcoin potrebbero affrontare almeno tre di loro nei loro avatar più brutali.

GUADAGNI DI 1 S&P 500 POTREBBERO DANNEGGIARE IL BITCOIN

Wall Street potrebbe affrontare una spruzzata di triste realtà mentre il suo recente rally si trova faccia a faccia con le sue previsioni di guadagni deboli.

Gli analisti di FactSet prevedono un calo del 21,5% dei guadagni delle società quotate S&P 500 nel corso del 2020, osservando che una perdita del 45% da sola proviene da un secondo trimestre più debole.

Nel frattempo, circa un terzo delle aziende dell’S&P 500 si è ritirato dal rilasciare la loro guida agli utili. Molte di queste imprese hanno registrato una crescita sostanziale delle azioni, aiutate dalla politica di stimolo aperta della Federal Reserve. Ma la loro decisione di proteggere i loro bilanci dimostra che gli investitori stanno scommettendo alla cieca.

Alcune delle grandi aziende, tuttavia, questa settimana stanno diventando trasparenti con le relazioni sugli utili. Tra queste vi sono JP Morgan & Chase, Wells Fargo & Co Bank of New York Mellon Corp, Goldman Sachs Group Inc, IBM, Netflix, Johnson & Johnson, e altre. Questo non cambia però le prospettive di Wall Street.

„Siamo tutti in un modo, in una forma o in un’altra che opera in acque inesplorate“, ha detto Harry Curtis, amministratore delegato di Instinet Inc.

Questo mette S&P 500 sotto il rischio di una correzione al ribasso. Bitcoin, grazie alla sua correlazione positiva con l’indice, vede una simile prospettiva ribassista.

IL PROSSIMO DISEGNO DI LEGGE DI STIMOLO

Wall Street e il mercato Bitcoin guarderanno anche il Congresso degli Stati Uniti mentre si riuniranno per la sessione legislativa estiva del 20 luglio. Sia i Democratici che i Repubblicani sono d’accordo sul fatto che ci dovrebbe essere un altro disegno di legge di stimolo fiscale per aiutare gli americani a superare le perdite indotte dalla pandemia.

Ciononostante, l’analista di mercato David H. Lerner si aspetta un po‘ di spirito d’iniziativa – argomentazioni contro l’introduzione di un’altra iniezione di denaro in cima a una politica da 3.000 miliardi di dollari.

„McConnell farà un grande successo nel rifiutare la sregolatezza delle case, e poi procederà ad esporre la versione del Senato sulla sregolatezza“, ha detto il signor Lerner. „A quel punto, i due vecchi guerrieri balleranno ancora una volta il kabuki-dance e si allontaneranno dall’accordo, poi, 36-48 ore dopo, Trump avrà un disegno di legge sulla sua scrivania da firmare“.

L’intero periodo del dibattito pro e contro potrebbe riflettere sul mercato azionario, così come sulla Bitcoin. S&P 500 si aspetta di praticare la prudenza prima della sessione del Congresso, che potrebbe lasciare anche Bitcoin in un territorio incerto.

INFEZIONI IN AUMENTO

L’S&P 500 potrebbe anche cadere sotto la pressione dei crescenti casi di COVID negli Stati Uniti, insieme ad una debole prospettiva di guadagno, come già detto.

Proprio oggi, la Florida ha segnalato il suo più significativo picco di infezioni in un solo giorno. Anche la California e il Texas hanno ammesso un aumento simile dei casi. Tutti questi stati hanno reimposto il blocco.

Mentre l’S&P 500 ha per lo più ignorato la recrudescenza, ma rischia di dover affrontare almeno modeste correzioni al ribasso nel caso in cui il sistema sanitario statunitense dovesse vacillare. Anche Bitcoin può seguire la tendenza ribassista.